risultato finale
risultato finale

Risotto alle ortiche

Tempi preparazione

Tempo richiesto:

mezz'ora

Recuperare le ortiche è stata l'impresa più ardua, neppure immaginate la fatica fatta a camminare tra i boschi alla ricerca delle piante più belle e delle foglie più giovani, quell'aria fresca che rinfresca il volto, il verde che illumina gli occhi, il cinguettio degli uccelli come musica di sottofondo, quei fastidiosi raggi di sole che filtrano tra le foglie....insomma davvero una dura impresa :-D eheheheh Una volta colte le cime delle ortiche nel periodo primaverile ho preferito essiccare le foglie in modo da non avere una scadenza a breve ma di poter decidere di preparare il risotto alle ortiche più avanti, con più tempo a disposizione. Mi rendo conto che questo risotto è abbastanza insolito, ci sono proposte più classiche da fare, ma il sapore e l'esperienza all'aperto ripagano appieno il tempo speso nella ricerca di questa, seppur un po' antipatica, pianta. Forse non tutti sanno che.... ...L'ortica è una pianta ricca di oligoelementi e ha proprietà rimineralizzanti, è considerata utile in caso di anemia e di carenza di ferro. ...Si consiglia di raccoglierla fresca in luoghi lontani da strade trafficate e inquinamento, indossando dei guanti. ...E' preferibile raccogliere le cime fresche di ortica prima della fioritura della pianta godendo al massimo del suo sapore. ...L'ortica perde le proprietà irritanti con la cottura.Un ottimo risotto che concilia salute, divertimento e buona cucina!

Ingredienti

Ingredienti per quattro persone
  • 400 gr di riso Carnaroli
  • 300 gr di ortiche da pulire
  • 1 cipolla bianca
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 1 rametto piccolo di rosmarino
  • 50 gr di formaggio di pecora molto fresco, non stagionato
  • qb brodo di verdure
  • 5 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 20 gr di burro
  • qb sale
  • qb pepe

Procedimento:
per prima cosa preparate il brodo di verdure, io ho usato il solito dado fatto in casa (la ricetta la trovate qui).
Le ortiche sono state recuperate in montagna, ovviamente utilizzando dei guanti onde evitare l’effetto urticante. Una volta colte le cime si possono far sbollentare in acqua, saltare in padella con un filo di olio o farle essiccare, come nel nostro caso… a dir la verità l’ortica essiccata si trova anche in commercio in erboristeria, ma a noi piace complicarci la vita :-D
Ho messo le foglie di ortica a mollo in acqua e bicarbonato per un paio d’ore per farle riprendere e disinfettarle, poi le ho scolate, le ho asciugate con un panno, tritate a coltello e le ho messe da parte.
Iniziate quindi la preparazione del risotto, fate imbiondire la cipolla bianca in un tegame con dell’olio evo, unite le foglie di rosmarino tritate e il riso e fatelo tostare per un paio di minuti, sfumate successivamente con il vino bianco. Proseguite la cottura per 10 minuti aggiungendo il brodo di verdure poco per volta e mescolando di tanto in tanto.
Nel frattempo pulite il formaggio di pecora e tagliatelo a dadini piccoli.
Quando il risotto è quasi pronto unite l’ortica tritata e il formaggio e terminate la cottura. Mantecate il riso con il burro e regolate di sale e pepe.
Servite caldo e concedetevi l’emozione di provare un piatto nuovo e un po’ diverso dal solito!

About ceska81

Impara a cucinare, prova nuove ricette, impara dai tuoi errori, non avere paura, ma soprattutto divertiti. (Julia Child)
Close
Aiutaci a crescere!
Seguici sui social per non perderti nemmeno una ricetta!