Monthly Archives: maggio 2016

risultato finale

Orzo risottato con fave

Oggi vi propongo un piatto primaverile dove i protagonisti sono l'orzo e le fave

L'orzo è un cereale ricco di carboidrati (70%), proteine (10%) e con un basso contenuto di grassi (1.5%) che ha un sacco di proprietà benefiche sul nostro organismo.

Le fave, anche loro quasi prive di grassi, sono caratterizzate da una gran quantità di fibre e un basso apporto calorico che le rendono indicate per un buon piatto primaverile. Oltre a toglierle dal baccello ricordatevi, dopo la cottura, di togliere la pellicina esterna.

L'orzo, in questo piatto, è stato cotto esattamente come il riso, aggiungendo il brodo un poco alla volta durante la cottura.

Per la mantecatura  potete usare un buon formaggio saporito, io ho usato il castellaccio di barrique un formaggio che viene ricoperto di rosmarino e stagionato in fascere di legno, ma potete usare anche del pecorino o un qualsiasi altro formaggio che vi piace.

Andiamo a vedere ora la preparazione passo passo.

Read More »
roselline sfornate e spolverate con zucchero a velo

Roselline di mela al forno

Il video di queste roselline di mele ha spopolato negli ultimi tempi un po' ovunque su internet e in particolare sui social network come ad esempio Facebook, alla decima volta che mi capitava tra le mani ho deciso di provare a farle... va da sé che il procedimento è molto facile e non occorrono delle conoscenze così profonde per cimentarsi in un esperimento! E' decisamente un dolcetto semplice e sfizioso, bello da proporre per catturare l'attenzione e accaparrarsi almeno un complimento, se non per la bontà quanto meno per la presentazione :-D e se poi vi volete viziare un pochino direi che sono particolarmente adatte per la colazione della domenica mattina, dove qualche coccola in più è sempre concessa... e siamo sinceri... data la semplicità della ricetta potreste dare l'arduo compito al vostro baldo compagno e magari godervi una piccola colazione a letto, con un buon cappuccino! Della serie "vogliamoci bene"! Provare per credere

Read More »
con fili di zucchina croccanti

Risotto zucchine e pesto alla menta

Oggi parliamo di risotto!

Il risotto è un piatto tipico del nord italia e si presta ad infiniti abbinamenti. Oggi vi proponiamo un buon  risotto con zucchine e pesto alla menta. Questo piatto sfrutta ingredienti estivi che già ora potete iniziare a trovare freschi e che gli danno un gusto leggero e un profumo irresistibile.

Ricordate sempre che il segreto per un buon risotto è tutto in quattro passaggi fondamentali (oltre che nella qualità delle materie prime):

Il soffritto

Far dorare lo scalogno, o se preferite la cipolla, con una noce di burro (o un paio di cucchiai di olio) è fondamentale ed è la base di quasi tutti i risotti.

La tostatura del riso

Una volta fatto il soffritto dovrete tostare il riso per qualche minuto versandolo in pentola e facendolo saltare per 3/4 minuti.
Questo passaggio lo aiuterà a non scuocere e ad imprigionare i nutrienti nel chicco.

La cottura

La cottura del riso, aggiungendo il brodo man mano che viene assorbito, mantiene nel piatto l'amido e tutti i nutrienti che altrimenti andrebbero persi (a differenza del bollire e scolare il riso). Ricordate cottura a fiamma dolce e  brodo bollente.

La mantecatura

Quest'ultimo passaggio renderà il vostro risotto cremoso e legherà i chicchi tra loro. Togliete la pentola dal fuoco e aggiungete burro e, a seconda della ricetta, del formaggio. Mescolate delicatamente fino a far amalgamare bene il tutto.

Ora che sapete i passaggi fondamentali...andiamo a vedere la ricetta passo passo

Read More »
risultato finale

Gnudi (o Malfatti) con burro e salvia

E' la prima volta che provo a preparare gli gnudi, ma ad esser sincera mi sono piaciuti molto, non posso dire che si tratti di un piatto leggero, ma sicuramente l'ho trovato molto gustoso!

Leggendo qua e la ho scoperto che gli gnudi sono di origine toscana, più precisamente delle regioni della Maremma e del Mugello, è un piatto tipico contadino, fatto di "ingredienti poveri", dall'aspetto decisamente rustico e pieno di sapore.

Uno gnocco...due nomi...

La parola "gnudo" vuol dire in toscano "nudo", ed è proprio questo che rappresentano questi gnocchetti, la storia infatti ci racconta che gli gnudi non sono altro che il ripieno del tortello toscano privato della pasta che lo avvolge! Da qui il termine "gnudi" senza vestito! A Siena invece li chiamano "malfatti" proprio per la loro forma irregolare e allungata fatta a mano.

Comunque li si chiamino questi gnocchetti sono deliziosi e personalmente trovo questi nomi molto carini :-D

Ma non perdiamo troppo tempo e corriamo a vedere come si preparano.

Read More »
Close
Aiutaci a crescere!
Seguici sui social per non perderti nemmeno una ricetta!