Monthly Archives: luglio 2015

un ottimo antipasto

Torta di verdure

Ed eccoci qui con una nuova ricetta!E' nata per curiosità…Valentina, una mia amica, mi ha girato una foto dove mi mostrava questa torta, non so perché ma la prima cosa a cui ho pensato quando l'ho vista è stata la "Notte Stellata di Van Gogh"…una delle mie opere preferite! Ho deciso allora di provare a farla, su internet ho appurato che ci sono varie ricette, io sono andata a naso tra quantitativi e ingredienti, ma per fortuna il risultato è stato degno…verdurine croccanti affondate in una deliziosa spuma di uova e ricotta di capra, il tutto accompagnato dalla croccantezza della pasta brisè… deliziosa!Vorrei dedicare questa ricetta al periodo dell'impressionismo e del post-impressionismo, a Monet, a Renoir e a Van Gogh che con la loro arte ci hanno lasciato delle opere uniche e stupende!

Read More »
quando il caffè è quasi salito del tutto spegni

Come preparare il caffè con la Moka

Fare il caffè con la moka è semplice e ti permette di fare un caffè cremoso e pieno di profumi. Di caffettiere in commercio ce ne sono tantissime, di forme e dimensioni diverse ma il principio è sempre lo stesso: l'acqua viene portata ad ebollizione finchè il vapore la spinge attraverso il caffè macinato.

Si, lo so che direte "e cosa ci vuole a fare il caffè con la moka?" ma nelle cose semplici spesso si nascondo insidie e scuole di pensiero che fanno discutere, analizziamole insieme.

Che acqua uso per fare il caffè con la moka?

Puoi usare tranquillamente l'acqua del rubinetto a meno che sia troppo "dura", per durezza si intende la presenza di calcio e magnesio nell'acqua o più semplicemente chiedetevi "la mia acqua ha tanto calcare?!", o ancora più banalmente "ti piace?" se si usala...se no...l'acqua della bottiglia andrà altrettanto bene

Quanta acqua va messa nella caffettiera?

L'acqua non deve essere calda e non deve mai superare la valvola della caffettiera. (guarda la foto nella gallery)

Quanto caffè metto? Lo devo pressare?

Il caffè deve riempire il filtro realizzando una sorta di piccola cunetta e non deve essere schiacciato

Come conservo il caffè?

Il caffè va conservato in un contenitore ermetico, lontano da altri alimenti con odori forti, il caffè ha la capacità di assorbire gli odori.

La caffettiera va lavata?

Questo è un argomento ostico che genera spesso disaccordo. La caffettiera non va lavata con il detersivo! Limitatevi a sciacquarla bene sotto l'acqua corrente e rimontatela solo quando sarà completamente asciutta

Dove butto il fondo del caffè?

Il fondo del caffè una volta tolto dal filtro si butta nell'umido ma attenzione, è più prezioso di quello che pensate! Può essere utilizzato in svariati modi, ad esempio:
  •  Messo vicino alle radici di piante che amano i suoli acidi (azalee, rododendri e cespugli di mirtilli), diventa un ottimo concime.- seccato e cosparso intorno alle piante tiene lontano le lumache
  • Se invece volete un ottimo scrub naturale per il corpo potete unire un cucchiaio di olio e uno di fondo di caffè.
  • Il caffè, per la sua proprietà di assorbire gli odori, può anche essere usato come deodorante naturale. Una tazzina colma in frigorifero o nella scarpiera vi aiuterà a eliminare fastidiosi odori.

Ora vediamo nel dettaglio il procedimento

Read More »
risultato finale

Spaghetti cacio e pepe

Gli spaghetti cacio e pepe sono un piatto della tradizione Romana ed erano un piatto povero preparato dai pastori con i pochi ingredienti che avevano a disposizione e che, quando avevano la fortuna di avere anche il guanciale, si trasformava nella Gricia.Questa ricetta grazie alla sua semplicità e il suo sapore deciso, vi verrà in aiuto per le cene dell'ultimo momento o per gustose spaghettate notturne.Tutto quello di cui avete bisogno è del pecorino romano, pepe, acqua di cottura e spaghetti.Due appunti prima di cominciare:

  • Diffidate da chi consiglia di mettere il parmigiano, pecorino sardo o qualsiasi altro formaggio, ricetta Romana, pecorino Romano! punto stop...questione chiusa :D
  • Non scolate la pasta! Recuperatela direttamente dalla pentola, la pasta bagnata vi aiuterà a creare la salsina, e aggiungete qualche mestolo di acqua di cottura.
Via! andiamo in cucina

Read More »
dettaglio

Clafoutis di ciliegie

So che la voglia di accendere il forno in questo periodo rappresenta più un odio nei confronti della propria persona, ma lasciando la finestra aperta e il ventilatore acceso è ancora fattibile…
D'altronde la curiosità di provare questo dolce era tanta e le ciliegie avevano un aspetto così regale che non ho saputo resistere! :-)
Il clafoutis è un dolce tipico francese originario della regione Limosino, ha dei tempi di preparazione davvero veloci e se servito caldo con del gelato alla crema è la morte sua!
Il dolce consiste in una pastella simile a quella delle crepes dove vengono affogate delle ciliegie, la pastella si può preparare anche il giorno prima e cuocere il giorno dopo, l'importante è che il composto venga mescolato bene e sia infornato a temperatura ambiente.
Mi rendo conto dopo averlo assaggiato che non si tratta del classico dolce, può piacere o non piacere, dipende dai gusti, la consistenza è simile a quella del budino ma più… soda… è più compatto!
Credo che almeno una volta vada assaggiato, almeno per stabilire se potrà entrare a far parte del vostro ricettario o se preferite stare su pietanze più tradizionali! Lascio a voi l'ultima parola

Read More »
dopo aver shakerato energicamente, servite

Caffè shakerato con Baileys

Il caldo ti opprime e ti ruba le energie?! Reagisci e fatti un bel caffè shakerato! :D

Il caffè shakerato è gustoso, rinfrescante, di compagnia (si di compagnia, quando il caldo ti ha già preso la testa ci puoi chiacchierare con gusto! :D) e semplice da preparare.

Tutto quello di cui avete bisogno è uno shaker, del caffè, del ghiaccio, del baileys(ma non è obbligatorio), e dello zucchero di canna liquido.

Sul caffè ci sono due scuole di pensiero, chi preferisce usare il caffè "vecchio" avanzato e chi lo fa "fresco" appositamente per shakerarlo...io sono decisamente per la seconda ipotesi.

Mi raccomando, zucchero liquido perchè lo zucchero normale rischia di non sciogliersi con il ghiaccio. Armatevi anche un pò di forza bruta per shakerare violentemente e creare della splendida schiumina che farà da cappello al vostro cockatil.

Ultimo appunto, l'aggiunta del Baileys non è ovviamente obbligatoria ma trovo dia quel gusto in più...diciamo ...un tocco di vizio!

Ah ovviamente...se ve lo preparate su una bella spiaggia, magari in ottima compagnia....beh...avete vinto voi!

Read More »
Close
Aiutaci a crescere!
Seguici sui social per non perderti nemmeno una ricetta!